Cuse ti' Fonì tu Gricu
Ascolta la voce del grico
Medico: O tìo èmase ecì
O tìo èmase ecì, èmase, na kài..Lo zio apprese li, apprese, a fare
si... Si ...
depòi nzìgnase ... poi incominciò ...
ìkhe kanèan àddho.. c'era qualcun altro..
panta ìsi màli.. en ìane sempre quei grandi (ricchi) ... non erano
en ìane cìni.. ka ìkhane ... non erano quelli ... che avevano ...
cìni ka ìkha' poddhi quelli che avevano molta
ka ìkha poddì rùkho de, che avevano molta proprietà, no,
etèlune pùru na kàne melìssia, vogliono pure allevare api,
cini depòi vàscia, vàscia. quelli poi piano, piano ...
Us pilùnu us ìkhane gìa pùru cìni, I piloni li avevano già anche quelli,
jakài ciò pus ennordinèane, perché quello a cui li commissionavano,
guàddha krutèddhia, depòi a scerònnane ... estraevano dei conci, poi li svuotavano
vàddha a prama apo 'mpì, ... apò 'mbrò ... mettevano una cosa d'avanti, ... di dietro
Ce kànnane ... E facevano...
ce cèssu pos kànnune ... E li dentro come fanno ...
n'u piài? A prenderli?
A to kànnan ìu, Se lo fanno così,
jakài o pilùna iane ìu de! perché gli alveari erano così no!
a' to kannan ìu, ia plèo fàcilo, se lo fanno così è più facile no!
ìkhe cìa, kài forè, pu kànnane ìu, c'erano quelli, alcune volte, che li facevano così,
makrèu, lunghi,
tòa ìkhe no kòfsi, depòi attèni de! in quel caso lo dovevi tagliare, allora il pettine no!
A melìssia ... Le api ...
A melìssa t'àmponne vàscia, vàscia, Le api le spingevano piano, piano,
t'àmponne pànta m'o kannò de, le spingevi sempre con il fumo, no!
èkanne kannò ce cìa pìane ampì, facevi del fumo ed esse andavano dietro,
epìane ampì. andavano indietro.
Ce èrkutte depoi E ...
en ka ìsoze n'o piais òlo, Non è che prendevi tutto,
èkhi na fìki na mìnune ecèssu na fàne, che dovevi lasciarlo ... dentro
Ma o attèni o kànnane ... Ma il pettine lo facevano ...
O kànna cia ... Lo facevano esse ...
o kanna cìa ... lo facevano esse,
si, si si, si.
Artane ta kànnune artificiàla, Adesso li fanno artificiali,
ka depòi en e' c'u kànnun òlu che poi non è che li facciano tutti,
mànku àrtena. neanche adesso.
O telàio kànnune de! Il telaio fanno, no!
De, o kànnun òlo. No, lo fanno tutto.
O kànnun òlo, pèro ekànnune ... Lo fanno tutto, però fanno ...
O mèso de!, o nèrvo pu sta mèsa, la parte di mezzo no!, la nervatura centrale,
ka depòi ìkhe es trìpe apu ttu e poi c'erano le buche di qua
ce apu ttu, e di qua,
ìkhe es trìpe as a mèro ce as t'àddho, c'erano le buche da una parte e dall'altra,
e' nzignammène già, sono già cominciate,
ecì èkhi o stàmpo, la c'è lo stampo,
sakundu cìa pu kànnu cìa ka ekànnune come quelle che fanno quelle che fanno
esagonàle, de! esagonale, no!
Pòssus àngulu èkhune? Quanti angoli hanno?
Esagonàle pistèo, en efsèro, Esagonale credo, non so,
Evo e' tin ìme domèma. io non l' ho vista.
O esàgono, però quàdro en ène! O esagono, però quadrato non è!
O pènte o èsse e' n'àne! O cinque o sei deve essere
Esse. Sei.
Ce depòi, vàscia,vàscia ncìgnasse ìu na kài.. E poi piano, piano cominciò così a fare.
Si, na pài, na pài 'cì sto tàle, Si, ad andare da quel tale,
j ùtto fàtto cìo tòa ìkhe tes amicìzie. per questo fatto lui allora aveva amicizie ...
Si può iniziare la riproduzione del brano dal rigo desiderato, cliccandovi sopra.
2012-2020
© www.rizegrike.com