Cuse ti' Fonì tu Gricu
Ascolta la voce del grico
Medeco: E insalata ec'es ste pale
Evò rikordeo (o Pavlo) motti apà sti Lumbrikeddha Io ricordo (Paolo) quando alla Lumbrichedha
èkanne insalata ec'es ste pale ... faceva l'insalata dentro le pale ...
Ec'es ste pale fse sikalìndia? Dentro le pale di ficodindia?
Eh! Eh!
Ma, e' ton ìda mai ecessu evò, Ma, non l'ho visto mai (farla) lì dentro io,
forsi t'àkame puru, ma ... forse le ha fatte anche, ma ...
Forsi en ìkhe o piatto, de! Forse non aveva il piatto, no!
ka jakài depoi Che poi dopotutto
a pimbitoro ja cio ìkhe na kai de! un pomodoro per se doveva preparare, no!
Eh! Eh!
En e' ka, puru, Non è che, anche,
puru apà s'a pàmpano o t'òkotte, anche su di un pampino lo poteva tagliare,
en e' ka ia mia mali bravura non è che fosse una grande bravura
ka t'òkanne 'ci pala, che lo facesse sulla pala,
mia mali novità, una grande novità,
en ìa tìpiti non era niente,
ka cì basta ka ìvriske a prama che lì bastava che trovasse una cosa
n'akkumbisi a pimbitoro, per poggiare il pomodoro
èvaddhe a spirì nerò, a spirin ala, spirin alài ... e mettere un poco di acqua, un poco di sale un poco di olio ...
Si può iniziare la riproduzione del brano dal rigo desiderato, cliccandovi sopra.
2012-2021
© www.rizegrike.com