Cuse ti' Fonì tu Gricu
Ascolta la voce del grico
Nina: I pìzzica pìzzica in ikhe panta
Ma evò ìme kumena ka panta Ma io ho sentito che sempre
ston Appetro, motti ìkhe e tarantàe, a Galatina, quando c'erano le "Tarantate",
ìkhe cini ka endalùsane c'erano quelli che suonavano
o violino, on organetto, o tamburièddhi, il violino, l'organetto, il tamburello,
ce cine ... e quelle ...
Ce cìe ekhorèatto dekkiùi E quelle ballavano di più.
Ekhorèane Ballavano.
ka ja tuo manumanu o gheno encìgnase Che per questo man mano la gente cominciò
ce eguìke e tarantata e venne fuori la "Tarantata"
[...] [...]
E pìzzika pìzzika in ikhe panta apò prima, La pizzica pizzica c'era sempre da prima,
ma kulusùsane olo citto, citt tracedia ma continuarono tutta quelle tragedia
immodu ka o gheno epìsta deveru ka en olo ... in modo che la gente credesse veramente che fosse tutto ...
Allora Allora
sivede ka prepareane ciu ka ndalùsane Si vede che preparavano quelli che suonavano
ce cia ka ikha na zzumpèfsune e quelle che dovevano saltare
ce cie ka ikha na kane ole citte ... e quelle che dovevano fare tutte quelle
sakundu passonèa ìane preparao a secondo di come ognuno era preparato
èkanne ... faceva ...
allora ecì ndalùsa puru mes sti strada ce allora lì suonavano anche in mezzo alla strada e
cie enzumpèane es ta mero es t'àddho quelle saltavano da una parte all'altra
ka ìa sakundu us kardillu ka ... che erano come i cardellini che..
Cini m'on organetto, m'o violino ... quelli con l'organetto, col violino ...
Cini pratùsane ce ndalùsane, Quelli camminavano e suonavano,
ekanna finta ka pratune iu sti festa, facevano finta di camminare così nella festa,
invece cie, depoi kùonta i musika ... invece quelle, poi, udendo la musica ...
Toa poddhù organetto fse lemò ikhe, Allora molte armoniche a bocca c'erano,
kai tòssaona ikhe ena ka ikhe, ogni tanto c'era qualcuno che possedeva,
pos kùato cio, armòniko. come si chiamava quello, armonico.
Armòniko, si. Armonico, si.
Armòniko, tòssonna, ka efsinghe ce larghe Armonico, tanto così, che si stringeva e si allargava
ce spicce. e finiva là.
Però cio pu ìfsere probbio na ndalisi, Però quello che sapeva proprio suonare
ma cio fse lemò ìbbie kàddhio ka ma cio con quello a bocca andava meglio che con quello.
Ecini m'u tamburièddhu ìkhe Quelli con i tamburelli c'erano?
Beh, ikhe puru ciu Beh, c'erano anche quelli.
Motti pèzane i pizzika ka khorèane pìzzika Quando suonavano la pizzica, che ballavano la pizzica
e' noa tìpiti, non si capiva niente,
ti m'o tamburreddhi, chi col tamburello,
cippu sakundu àrtena m'a kheria ... chi, come adesso, con le mani ...
[...] [...]
Si può iniziare la riproduzione del brano dal rigo desiderato, cliccandovi sopra.
2012-2020
© www.rizegrike.com